PARTONO MALE I RAPPORTI TRA SINDACO E MINORANZA

Il . Inserito in Comune di Meana

A MEANA PARTONO MALE I RAPPORTI TRA SINDACO E MINORANZA.

La campagna elettorale breve ma intensa a Meana della lista della Democrazia Cristiana, ha creato non poche perplessità tra la classe politica uscente del paese.
Si era da subito capito che i rapporti tra il sindaco uscente (poi riconfermato) e i nuovi venuti sul panorama politico del paese, non sarebbero stati di pacifica e serena collaborazione nella gestione della casa pubblica.
Il buon risultato della lista sfidante ottenuto dalle urne, cozzava contro l'egemonia di chi è in comune da 25 anni.
Tant'è vero che al primo Consiglio Comunale, tenutosi il 14 giugno, a proclamazione avvenuta del rinnovato Sindaco per la terza volta, avveniva da parte dello stesso una "dichiarazione del Sindaco" in Consiglio Comunale, per lo meno discutibile e critica verso la parte politica della Democrazia Cristiana, che aveva avuto l'ardire di sfidarla nel suo feudo e con candidati non del posto.
In quell'ambito a richiesta formale avanzata dal capogruppo Usseglio, di poter effettuare riunioni preconsigliari dei capi gruppo, al fine di discutere e chiarire gli argomenti delle sedute, non veniva data risposta affermativa, rendendo così problematica ogni forma di dialogo tra le parti.