GOVERNO CONTE II

Il . Inserito in Politica Nazionale

Giuseppe Conte Presidente del Consiglio
Luigi Di Maio sarà ministro degli Esteri; all'Interno l'ex prefetto di Milano Luciana Lamorgese. All'Economia Roberto Gualtieri del Pd.

La lista della squadra di governo.
Ecco chi sono i ministri del Conte-bis, a quale partito appartengono e quale incarico hanno rivestito finora.

Sottosegretario alla presidenza del Consiglio: Riccardo Fraccaro (M5s), ex ministro dei Rapporti col parlamento.

Interno: Luciana Lamorgese, prefetto ed ex capo di gabinetto del ministro dell’Interno con Angelino Alfano e Marco Minniti.

Economia: Roberto Gualtieri (Pd), europarlamentare e presidente della Commissione problemi economici e monetari all’Europarlamento.

Difesa: Lorenzo Guerini (Pd), deputato ed ex sindaco di Lodi. Dal 2014 al 2017 è stato vicesegretario del Partito democratico.

Istruzione, università e ricerca: Lorenzo Fioramonti (M5s). Nel precedente governo, era viceministro al Miur. Si era distinto per la creazione di un “osservatorio contro i baroni universitari”, chiamando con sé Dino Giarrusso: non se ne è saputo più nulla.

Sviluppo economico: Stefano Patuanelli (M5s), capogruppo del partito al Senato.

Riforme e rapporti con il parlamento: Federico D’Inca (M5s), ex capogruppo del partito alla Camera.

Esteri: Luigi Di Maio (M5S), capo politico dei pentastellati, ex vicepremier ed ex ministro del Lavoro e dello Sviluppo economico.

Politiche europee: Vincenzo “Enzo” Amendola (Pd), già sottosegretario agli Esteri e alla cooperazione internazionale nel governo Gentiloni, attuale responsabile nazionale agli Esteri del Pd.

Sanità: Roberto Speranza (LeU), ex capogruppo del Pd alla Camera, tra i fuoriusciti che hanno fondato il gruppo Liberi e uguali.

Pubblica amministrazione: Fabiana Dadone (M5s), parlamentare e referente della piattaforma Rousseau per lo Scudo della rete, uno strumento di tutela legale in difesa degli iscritti e degli eletti del Movimento e dell’associazione Rousseau.

Giustizia: Alfonso Bonafede (M5s), riconfermato nel suo ruolo.

Cultura e turismo: Dario Franceschini (Pd), già ministro dei Beni culturali nei governi Renzi e Gentiloni. In passato è stato anche sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio e ministro per i rapporti col Parlamento.

Ambiente: Sergio Costa, riconfermato nel suo ruolo.

Infrastrutture: Paola De Micheli (Pd), vicesegretaria del partito, già viceministro Economia e commissario per il terremoto.

Lavoro: Nunzia Catalfo (M5s), senatrice e presidente della commissione Lavoro a Palazzo Madama, prima firmataria del disegno di legge sul reddito di cittadinanza.

Affari regionali: Francesco Boccia (Pd), deputato vicino al segretario del Pd Nicola Zingaretti. È stato inoltre presidente della commissione Bilancio della Camera fino al 22 marzo 2018.

Sud: Giuseppe Provenzano (Pd), direttore dell’Associazione per lo Sviluppo dell’Industria nel mezzogiorno (Svimez).

Agricoltura: Teresa Bellanova (Pd), senatrice e sindacalista. È stata viceministro dello Sviluppo economico sotto i governi Renzi e Gentiloni e, in precedenza, sottosegretario al Lavoro sotto Renzi.

Sport e questioni giovanili: Vincenzo Spadafora (M5s), ex sottosegretario di stato alla presidenza del Consiglio con delega alle pari opportunità.

Innovazione: Paola Pisano (M5s), ex assessore all’innovazione al comune di Torino.

Famiglia: Elena Bonetti (Pd), professore associato di analisi matematica all’università di Milano.